‘Visite d’artista’: Donatello Pisanello

‘Visite d’artista’: Donatello Pisanello

‘Visite d’artista’: Donatello Pisanello

di Daniela Liviello

“Per aspirare alla guarigione psichica, non serve da principio una terapia individuale. Si tratta per prima cosa e soprattutto di modificare quelle condizioni sociali che provocano malattie psichiche o mancanza di salute psichica nelle varie forme…” 

[Erich Fromm: “I Cosiddetti Sani – la patologia della normalità”]

Ho avuto modo di visitare la casa per la vita “Artemide” di Racale con l’amico Donatello Pisanello, musicista polistrumentista fondatore, con Cinzia Marzo e Lamberto Probo, del gruppo musicale di tradizione popolare pizzica viva Officina Zoè, nell’ambito del programma “Visite d’artista”. Ideatore del lodevole progetto e direttore artistico il sociologo Walter Spennato. La struttura accoglie ospiti che hanno, per brevi periodi o per tempi più lunghi, la necessità di essere accompagnati da specialisti nel campo della psichiatria ma più ancora nel percorso di risanamento intimo e sociale.

La casa per la vita “Artemide” ha invitato vari artisti nell’ambito della danza, del canto, del teatro; per la musica Donatello Pisanello che ha portato con sé, per la serata, due strumenti musicali, organetto diatonico e chitarra. Io ero presente nelle vesti di invitata tra gli altri partecipanti all’incontro. Come tutte le volte, quando si deve incontrare qualcuno che ancora non si conosce e di cui non si sa neppure il nome, un po’ di eccitazione e di ansia premeva sul petto ma, appena varcata la soglia il disagio è misteriosamente sparito. Il calore degli ospiti della struttura, la loro accoglienza, il sorriso e la felicità per la nostra visita, tutto era stampato sul viso di ognuno. Si sono fatti avanti per primi a fugare ogni mio residuo imbarazzo e, con largo sorriso, si sono presentati uno aduno dicendomi il loro nome.

Abbiamo poi fatto, accompagnati da Walter, un breve giro degli ambienti della struttura e quel che mi ha colpito sono stati i lavori degli ospiti; pitture e sculture vere opere d’arte che vanno dritte agli occhi e al cuore di chi osserva.

Ci siamo poi disposti tutti intorno ad un grande tavolo rotondo e le domande al musicista non si sono fatte attendere: curiosità sulla vita dell’artista, sulla musica e le sue note, sulla differenza tra musica occidentale e musica orientale e tutto quanto concerne il mondo di questa arte. Donatello ha saputo creare l’atmosfera giusta per il dialogo che si è fatto via via sempre più confidenziale, amichevole e quasi fraterno. Donatello Pisanello, veramente, sa cogliere le profondità dell’animo umano tenendo pure conto della sua formazione che sempre lo ha messo in contatto, anche in quanto artista di raffinata sensibilità, con le realtà marginali della vita psichica e sociale; il mondo del disagio psichico lo ha sempre vivamente interessato con le sue tematiche di reinserimento e giusto riconoscimento delle individualità particolari. Tali argomenti entrano nel campo dei suoi molteplici interessi considerando anche la vicinanza, o la contiguità, tra creatività e profondità della psiche umana.

Dopo le confidenze intorno al tavolo ci siamo spostati in un ambiente più grande dove altre persone si intrattenevano chiacchierando nell’attesa.

Si è deciso di passare alla musica e Donatello ha sfoderato il suo mitico organetto diatonico. Una cascata di note ha invaso la stanza coinvolgendo nella danza signore e signori. Qualcuno ha ricordato di essere sposato e perciò di non poter fare coppia con alcuno. Le risate sono arrivate fragorose. Dalla pizzica al valzer tutti pronti a volteggiare e chiedere altra musica.

Il tempo scorreva inesorabilmente e l’ora di cena degli ospiti ci ha spinto al commiato. Donatello, vista l’accoglienza amorevole ed il coinvolgimento di tutti, ha promesso di tornare a trovare quelli che sono diventati ormai cari amici.
Siamo andati via con l’animo colmo di emozioni. Abbiamo ancora una volta potuto constatare come la salute psichica nostra e di tutti passi anche attraverso l’incontro e qualche parola amorevole.

Redazione

leave a comment

Create Account



Log In Your Account