Un incontro piacevole: Catena Fiorello

Di Laura Rizzo

laurarizzoCarissimi Lettori, oramai è diventato un piacere per me, raccontarvi di fatti ed eventi importanti che avvengono nel mio paese e cioè in San Pancrazio Sal.no, piccolo centro in provincia di Brindisi.

Questo lo faccio per due motivi, il primo è per avere dei parametri di confronto con voi, in quanto a mio avviso, il confronto se fatto in modo serio e costruttivo serve per crescere e migliorare, e il secondo è per fornire spunto ad eventuali iniziative simili nel vostro paese. In passato, vi ho narrato infatti di inaugurazioni, anniversari ed iniziative di associazioni, che hanno dato una svolta positiva alla vita socio-culturale di San Pancrazio.

Questo è stato di possibile realizzazione soprattutto grazie all’impegno di privati, che con la loro costanza, la loro intraprendenza, il loro sacrificio, ma soprattutto ” credendoci”, hanno raggiunto livelli di successo elevati e soddisfacenti.

L’ associazione culturale “L’ARTE CHE ACCOMUNA” per esempio, è riuscita a far emergere dei giovani artisti, che erano nell’anonimato nonostante il talento, dando loro l’opportunità di avere un punto di esposizione all’interno di tale associazione, di essere costantemente a contatto con il pubblico e quindi di essere apprezzati in tutta la loro bravura ed artisticità.

“L’ARTE CHE ACCOMUNA” inoltre ha organizzato serate all’insegna della cultura, invitando ospiti di eccezione, ultima tra tutti, ma solo in ordine cronologico, la scrittrice CATENA FIORELLO per la presentazione del suo ultimo libro.

immagini-della-serata-2Catena Fiorello, una donna semplice, umile nei modi e negli atteggiamenti…l’amica della porta accanto, con la quale si può parlare di tutto, senza la minima soggezione o imbarazzo. Con un innato senso dell’Humor, ma con una sensibilità unica ed elegante, con un’intelligenza raffinata e con un’educazione rigida come quella ” dei figli di altri tempi”.

 Il suo ultimo libro è dedicato alla madre Sara, perché al centro della sua vita c’è sempre la famiglia, ne parla infatti in tutti i suoi capolavori.

La famiglia intesa come esempio da seguire, come nucleo da tenere sempre unito e quindi indissolubile, come punto di riferimento e di condivisione nei momenti di gioia e anche in quelli di dolore, la famiglia intesa come una madre ed un padre, che a costo di enormi sacrifici, si prodigano per la cura dei figli e si preoccupano di dar loro un futuro, cercando di non coinvolgerli nel disagio della povertà.

immagini-della-serata-4L’ouverture della serata è stata introdotta dal  gruppo musicale “ MUSICHERI DEL SALENTO” composto da: Salvatore Carnevale, Vito Mangia,  Mimmo Puricella, Paolo Vergari,  Salvatore Greco e  Antonio Geusa, i quali hanno fatto da colonna sonora alla serata proponendoci  musiche tipiche salentine, questo perché, l’ultimo romanzo di Catena Fiorello,  “L’AMORE A DUE PASSI, narra di un amore che esplode in piena estate, appunto nella splendida cornice salentina tra due vicini di casa: Orlando Gigli e Marilena Moretti.

Da anni Orlando, il temuto “gendarme” del condominio di via Mancini numero 8, studia le abitudini della sua dolce ossessione Marilena, nota in gioventù come” la brigantessa”. La segue nell’ esiguo tragitto tra l’ascensore ed il portone del palazzo, la osserva mentre sale le scale, mentre chiacchiera con i vicini di casa, aspettando il momento buono. Sono entrambi vedovi, soli, anche se hanno figli, durante una delle estati più torride di tutti i tempi…. dovranno scattare due allarmi in piena notte e sbiadire i fantasmi del passato e del presente, perché Marilena accetti l’invito di Orlando a partire per un’avventurosa vacanza alla conquista del Salento.

Ma cosa potrà offrire la punta estrema della puglia a “due vecchie carampane” come loro? Supereranno incolumi la “Notte della Taranta punti dall’ entusiasmo di una giovinezza ritrovata?

Questa è la trama del libro. una lettura fresca e fluida, che invoglia il lettore a conoscerne l’epilogo.

Il tempo è trascorso piacevolmente è Catena ha concluso la serata autografando con dedica libri a tutti i numerosissimi presenti.

La sala dell’associazione infatti era gremita di gente, in tantissimi avevano accolto l’invito di Marcella, Annarita e Fabiana, le organizzatrici della serata.

Un applauso dunque a loro che ci hanno dato l’occasione di incontrare, conoscere ed apprezzare una donna speciale di grande talento e spessore culturale come Catena Fiorello.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account