Senza pensieri, una foto dopo l’altra

Senza pensieri, una foto dopo l’altra

Senza pensieri, una foto dopo l’altra

Accostate due foto, una scattata nel 2009 e una nel 2019; fatto? Bene, avete appena partecipato all’ennesimo tormentone social, la #10yearschallange.
Milioni di foto sono state caricare in questi social con l’hashtag appena citato, senza alcun timore delle eventuali conseguenze che tali operazioni comportano.

Non che ci siano rischi dimostrati, per carità, potrebbe essere un gioco innocente; tuttavia, ciò che colpisce è la facilità con cui compiamo gesti in modo ormai automatico. Eppure le motivazioni per preoccuparsi riguardo i dati che immettiamo in rete ci sono (vedi Cambridge Analytica).

Allora di questo fenomeno cosa farne? Guardare il cambiamento che ha subito il mondo, non le persone. Foreste, ghiacciai, città, tutto distrutto in soli 10 anni. E pensare che quando a scuola si studia l’evoluzione della crosta terrestre, i cambiamenti che l’hanno segnata, si parla di processi lunghi millenni. Da mille anni a dieci: abbiamo ridotto i tempi, complimenti a tutti!

Marco Mariano

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account