QdP: “Tanisi salva uomo che minaccia di buttarsi dal tribunale”

QdP: “Tanisi salva uomo che minaccia di buttarsi dal tribunale”

QdP: “Tanisi salva uomo che minaccia di buttarsi dal tribunale”

Come riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia nell’edizione odierna, un tentato suicidio è stato sventato grazie all’intervento del Presidente della Corte d’Appello di Lecce, Roberto Tanisi che, intervenuto sul posto, ha convinto l’uomo a desistere dal suo intento.

Il sessantaduenne che minacciava di gettarsi dal primo piano del tribunale civile di via Brenta è un elettrotecnico in pensione di nardò, esasperato – come riferisce – da una lunga schermaglia legale con i vicini che ha avuto come conseguenza l’ordine di abbattimento di un muro di confine e il pignoramento dell’auto di proprietà.

L’uomo, seduto sulla ringhiera al primo piano del tribunale, a circa cinque metri di altezza, era con le spalle rivolte nel vuoto e minacciava il gesto folle qualora non l’avessero fatto parlare con il nuovo Prefetto di Lecce, la dott.ssa Cucinotta, che però non era in sede.

Casualità ha voluto che proprio nella sede di via Brenta si trovasse il Presidente Tanisi, giunto nella sezione civile per incontrare i dipendenti e discutere circa le condizioni delle aule di giustizia e altre questioni. Informato della situazione, Tanisi è riuscito a far calmare l’uomo, dandogli appuntamento nel suo ufficio martedì della prossima settimana accompagnato dal legale, l’avvocato Giuseppe Mazzeo.

«Non posso entrare nel merito dei provvedimenti», ha spiegato il presidente Tanisi. «Ma posso verificare se è vero che l’iter di questa vicenda giudiziaria sia stato talmente complesso da esasperare quest’uomo. L’impor- tante, comunque, è essere riusciti a stemperare la tensione ed avere evitato che facesse qualche sciocchezza».

Via Brenta è stata chiusa al traffico mentre intanto il presidente Tanisi ha intavolato la trattativa per convince- re l’uomo che non era quello il modo per risolvere i problemi giudiziari che lo assillano. La promessa di interessarsi del suo caso, con l’invito a presentarsi con il legale, ha avuto l’effetto di smorzare la tensione e mettere fine alla protesta: «Il presidente Tanisi ha mostrato uno spessore umano straordinario», sono le parole dell’avvocato Mazzeo. «Il mio cliente ha finalmente percepito il lato buono della giustizia. E’ una persona mite, una persona perbene, ma che ha ricevuto una serie di provvedimenti in palese violazione delle regole del processo civile».

(fonte Quotidiano di Puglia)

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account