Mondiale femminile, finisce 1-0 per il Brasile, ma le azzurre sono agli ottavi

Mondiale femminile, finisce 1-0 per il Brasile, ma le azzurre sono agli ottavi

Mondiale femminile, finisce 1-0 per il Brasile, ma le azzurre sono agli ottavi

Sconfitta poco amara per le italiane allenate da Milena Bertolini che, nonostante il passo falso di ieri sera, riescono comunque a qualificarsi agli ottavi di finale come prime nel girone grazie ai successi per 2-1 contro l’Australia e per 5-0 contro la modesta Giamaica nelle precedenti due partite. Una gara sofferta per le azzurre che, dopo un primo tempo ricco di emozioni e giocato ad alti livelli, calano vistosamente nella ripresa subendo l’egemonia verdeoro e l’alto tasso tecnico di Marta e compagne. 

A pochi istanti dal fischio d’inizio, il ct Bertolini annuncia tra le novità di formazione l’attaccante del Milan Valentina Giacinti, capocannoniere dell’ultima Serie A con 20 gol, al fianco di Bonansea e Girelli nel tridente offensivo. Alle loro spalle, solito centrocampo formato dalle intelligenti Giugliano e Cernoia e da Aurora Galli, pronta a sfruttare le sue capacità di inserimento. In difesa, confermata la linea a quattro che vede Bartoli e Guagni fare da chioccia al duo difensivo Linari-Gama. 

Le brasiliane, obbligate a vincere per evitare di salutare clamorosamente la competizione anzitempo, si spingono subito in avanti rendendosi pericolose con diversi calci d’angolo. L’occasione più ghiotta del primo tempo è targata Debinha: la numero 9, innescata dal corner battuto da Marta, devia la palla di tacco al volo trovando l’ottima risposta di Giuliani. L’Italia non ci sta e a metà primo tempo, dopo una splendida azione, Girelli segna il gol del vantaggio, ma l’arbitro annulla giustamente per fuorigioco.

Nel secondo tempo, è un’altra partita: le azzurre fanno fatica a rendersi pericolose e concludono poche volte verso la porta difesa da Barbara; tuttavia grazie ad una buona difesa riescono a mantenere il pareggio fino a quando al 75esimo Linari prende posizione su Debinha che cade a terra, riuscendo a conquistare un rigore molto generoso. Dagli undici metri va Marta che spiazza Giuliani, sigla il gol del definitivo 1-0 per il Brasile e stabilisce il record di 17 marcature nella storia dei Mondiali (il precedente record era stato decretato da Miroslav Klose con la maglia della Germania al Mondiale 2014).

Sconfitta con il sorriso per Bonansea e compagne che possono continuare a sognare e a far sognare l’intero popolo italiano: ora sguardo puntato a martedì 25 giugno quando le nostre ragazze scenderanno di nuovo in campo per gli ottavi di finale contro una tra Nigeria e Cina.

Giacomo Rimo

Giacomo Rimo

Diciassette anni, passione per il teatro e per il giornalismo, amo lo sport e la letteratura. Per La Piazza Magazine parlo di calcio e di mercato.

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account