Mangiare e bere in Salento: 15 indirizzi da non perdere secondo “Il Gambero Rosso”

Il Salento è ormai una delle mete turistiche più ambite nel panorama europeo. Merito del paesaggio incontaminato, dei chilometri di costa e del mare cristallino, senza ombra di dubbio. Un ruolo chiave in questo successo, però, è senz’altro rappresentato dai tanti locali nei quali gli avventori possono gustare la vera “salentinità”, comodamente seduti a tavola. Il Gambero Rosso, probabilmente la più autorevole voce critica dell’enogastronomia italiana, ci fa un piccolo regalo, consigliandoci qualche indirizzo dove poter trascorrere i nostri momenti felici. (L’articolo originale potete trovarlo QUI)

CONSIGLI DALLA GUIDA RISTORANTI D’ITALIA

L’Altro Baffo (Otranto): Nel centro storico della nota località turistica, una cucina raffinata che rispetta la materia prima, che qui è esclusivamente di mare. Polpo, carpacci di pesce e ragù di ricciola, ricci di mare e fritture di calamari. Servizio premuroso.

Bleu Salento (Gallipoli): In riva al mare, con vista sulle barche del Marina Bleu Salento. Pesce freschissimo e grande versatilità, con primi creativi e cotture impeccabili. Ampia carta dei vini.

Modò (Nardò):Piacevole l’atmosfera, genuina la cucina che propone pasta e pane fatti in casa e rielabora la tradizione locale in chiave contemporanea. Dessert semplici e golosi, menu per tutte le tasche.

A Casa Tu Martinu (Taviano): Una casa settecentesca nel cuore del paese salentino, ambiente rustico e splendida corte interna dove si mangia nella bella stagione. Sapori della tradizione: burratine, pittule, ciceri e tria, purè di fave e cicoria, gnommareddhi e, per finire, torta pasticciotto. Vini del territorio.

A Casa Mia (Tricase): Una terrazza panoramica vista mare per questa trattoria che regala uno spaccato di vita dei pescatori. In tavola il pescato del giorno, ottima la frittura di paranza e il pesce azzurro, che lo chef ama utilizzare in cucina. Per dolce un goloso spumone artigianale.

La Bersagliera (Surano): Un luogo intimo e suggestivo che nasconde un giardino segreto e due salette arredate con gusto per ricreare l’atmosfera di una casa tradizionale. Ricette di una volta tra prodotti della terra, grandi formaggi, pasta fatta in casa e pesce fresco. Servizio puntuale e vini del territorio.

Lo Scalo (Alessano): Un locale storico sulla costa rocciosa tra Tricase e Leuca, che vanta quarant’anni di attività e diversi ospiti celebri. Grande vista e gestione familiare, dalla cucina piatti di mare soggetti alla disponibilità del pescato. Ottimo il pasticciotto con crema al limone.

CONSIGLI DALLA GUIDA FOODIES

Il Pasticciottino (Gallipoli):Una Stella Foodies meritata per questo indirizzo goloso che sforna pasticciotti dolci e salati, ideali per colazione o aperitivo. Il dolce leccese viene interpretato da Antonio Campeggio in modo personale: forma tonda, versione ridotta e ripieni tra i più vari, dalla crema al pistacchio, dalla cipolla alla scamorza e speck, dai frutti di mare al mojito. Da abbinare con vino, birra o cocktail.

CONSIGLI DALLA GUIDA PASTICCERI&PASTICCERIE 2015 (comprala qui)

Cafè dei Napoli (Alliste): Dal 1922 la pasticceria di famiglia offre la tradizione dolciaria regionale, pasticciotto in primis. Ottimi i lievitati e le paste per la colazione, ma anche il gelato in 16 gusti. Specialità della casa il Pansorriso, un lievitato per le feste con olio e miele.

Dolci e Dintorni (Galatina): Massimiliano Baglivo è maestro del cioccolato, ma in estate propone un gelato da non perdere, tra gusti classici e originali. Ma non solo: famosi i mulini a vento, pasta brioche ripiena di crema con mandorle caramellate e cubetti d’arancia.

L’Arte Bianca (Parabita): C’è ancora Antonio Campeggio dietro la pasticceria in provincia di Lecce che propone una sperimentazione ai limiti della tradizione, ma sempre ben calibrata. Ottime e particolari torte e mousse, ma anche croissant, biscotti e gelato.

Murrieri (Racale): Specializzato in preparazioni al marzapane, il laboratorio di Ilario Murrieri propone anche baci di dama e specialità al cioccolato, lievitati delle feste, gelati e spumoni.

CONSIGLI DA BAR D’ITALIA 2015

Caffè Borghese (Poggiardo): Ideale in ogni momento della giornata, ampia scelta di lieviti a colazione, ristorante e pizzeria a pranzo, gelato artigianale e lounge bar in orario aperitivo. Piacevole il dehors in piazza.

Pasticceria Donno (Corigliano d’Otranto): Caffetteria e pasticceria, ottima la produzione di dolci e gelati artigianali, ma anche menu sfiziosi per l’aperitivo e wine bar con grande assortimento di bollicine, vini e distillati.

Martinucci (Specchia): Ambiente elegante a gestione familiare nel centro storico del borgo; caffè brasiliano tostato a legna e macchina a leva garantiscono ottimi espressi. In abbinamento cornetti, pasticciotti e torte fresche. Gelati e aperitivo sfizioso.

Gabriele Pasca

Giornalista, anche sportivo. Interista, zapatista, pessimista e tante altre cose in -ista. Classe 1992, studente di giurisprudenza. Leccese ma anche modenese. Insomma, tutto e niente.

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account