Le ricette del buon vivere: formaggio con le pere

di Salvatore Venneri

venneri-salvatoreAl contadino non far sapere quant’è buono il formaggio con le pere! Pensi che lo sappia anche Lui? Lo sa, lo sa, e non da adesso lo sa, fin dalla creazione lo sa.

Quando il Signore preferiva sempre i doni che gli portava Abela dall’Eden, Caino cercò in tutti i modi di ingraziarselo, inventando strani miscugli che gli potessero piacere: Patate e fagioli, Fave e cicoria, ecc., ecc.

Tra questi esperimenti, quello che più piacque al Signore fu

“Le pere col formaggio” ma, poiché Lui riponeva molta fiducia nelle sue creature, non si accorse neppure da chi gli veniva quella leccornia e continuò a darne il merito ad Abela.

Mò, volete sapere come si fanno?

Non vi dico per due, tre o per quattro persone perché dipende dalla vostra fame  o dalla vostra ingordigia, comunque…

Prendete alcune pere dai quindici ai venti centimetri cubici, lavatele e tagliatele a metà, scavatele con un coltellino riducendole ad uno spessore di 5/7 millimetri, ponete quindi la polpa ottenuta in una terrina.

Spruzzate alcune gocce di limone sia sulle barchette sia sulla polpa per evitare che anneriscano.

Nella terrina dove c’è la polpa aggiungete della ricotta, alcune noci tritate grossolanamente e qualche cucchiaio di zucchero.

Amalgamate bene il tutto, anzi preferibilmente usate un frullatore ad immersione, quindi assaggiate la crema ottenuta e, se occorre, correggetene il gusto come più vi piace.

Tirate poi le pere fuori dal frigo e riempitele.

Che abbiano un bell’aspetto, mi raccomando!

Anche l’occhio vuole la sua parte.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account