L’arte incontra il suono: a Cavallino il progetto ArtBit-Musei tra musica elettronica e archeologia

di Serena Palma

Una novità audace e alternativa quella proposta dal progetto ArtBit-Musei, che nel weekend di sabato e domenica prossimo (16-17 settembre), presenterà presso il Museo Diffuso di Cavallino (Le) una performance live tra ‘note e arte antica’. Il contest dell’evento, dunque, sarà nella fattispecie l’utilizzo della musica elettronica al fine di far suonare gli esemplari reperti archeologici provenienti del rinomato sito messapico di Cavallino.

 I risultati? Durante la visita guidata in loco, spettatori e partecipanti potranno sperimentare la nascita dei suoni ambientali provenienti da statue e antichi reperti venuti alla luce dallo scavo didattico, il tutto in uno scenario in cui le sonorità musicali incontrano quasi magicamente le forme e gli spazi dell’arte, o meglio dei manufatti artistici. Uno spettacolo, quindi, insolito e oltremodo attuale e contemporaneo, in cui all’arte si affiancano performance coreutiche di danze e riproduzioni musicali, a voler unire in un unico blocco creazione, sperimentazione, tecnologia, gestualità e antichità. Il Salento continua, quindi, ancora a stupire e, laddove la sensibilità artistica trova spazio, allora lo spazio perde ogni confine per armonizzarsi con quanto di bello e storico ci circonda.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account