L’arte di Critra e il suo linguaggio astratto

L’arte di Critra e il suo linguaggio astratto

L’arte di Critra e il suo linguaggio astratto

di Serena PalmaStorica dell’Arte

Dal 6 al 20 Giugno 2020 le creazioni di artisti emergenti ritornano a dipingere di bellezza e speranza le pareti della Sala d’Arte Rossoni presso la Galleria di Trieste.

Protagonista del percorso espositivo artistico sarà il pittore Christian Celic, in arte Critra, che porterà in Sala opere inedite di un retrogusto stilistico che raccontano, in chiave del tutto nuova e personale, le vie più succulente dell’Astrattismo storico dell’Action Painting (pittura d’azione).

E così le tele di Critra diventano lo spazio infinito e senza confini dove dar sfogo ad ogni forma creativa celata nel suo Io più intimo, emerge un linguaggio pittorico fluente dove le forme si dissolvono conquistando le tele, quasi a volerle impossessare del colore gettato e fatto scolare con esplosiva gestualità imprimente.

Le sue opere sono la narrazione di quanto corpo e mente vogliono trasmettere; sono quindi l’atto stesso del dipingere, che si addensa di movimenti decisi, di segni liberi e veloci. Quella dell’artista, pertanto, è una spassionata voglia di dar grande interesse alla superficie pura della tela, non contaminata dalla profondità, ma interessata da una policromia brillante in un flusso continuo di tonalità energiche.

Quelle che andranno in esposizione nella Sala Rossoni sono campiture vaporose e fluttuanti che sembrano sciogliersi l’una nell’altra in una morbidezza di contrasti cromatici, creando l’illusione di movimento delle superfici.

Una pittura autentica, riflessiva e interiorizzata  quella di Critra che esalta composizioni quasi mistiche e irreali, sublimi e irrazionali, dove l’asimmetria è in stretta relazione col pieno e vuoto, che si infittisce di una tessitura di segni e colori vividi e sfavillanti che sono l’eco di ogni emozione e pulsione dell’animo dell’artista.

Carica vitale, azioni e gestualità sintetizzano un naturalismo astratto, un mix armonico di dinamismo e irregolarità, che rimanda ad un mosaico multidirezionale di gamme cromatiche e virtuosismi pittorici; essenza di sogni, vibrazioni e sensazioni dell’artista che compone opere di un respiro audace, che per primo giunge a colpire l’animo dello spettatore, fermo a contemplare le tele echeggianti di suoni silenziosamente assordanti.

In foto: Opera di Critra dalle geometrie astratte in un unicum liberatorio di colori estasianti di intensa vitalità ed energia compositiva.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account