La musica e l’arte in generale dal punto di vista economico. Aspetti generali e prime due fasi del modello microeconomico

La musica e l’arte in generale dal punto di vista economico. Aspetti generali e prime due fasi del modello microeconomico

La musica è una manifestazione sociale e, come tale, si può analizzare il suo lato economico. Infatti, anche nelle azioni dei musicisti (o degli artisti in generale) e di tutti coloro i quali partecipano alla creazione del prodotto artistico, sono presenti elementi di calcolo economico. Questi elementi non sono casuali, hanno una loro ciclicità e finalità, permettendo di teorizzare un processo di produzione e riproduzione degli stessi. Il modello interpretativo della microeconomia di questo tipo di prodotti si sviluppa in cinque fasi[1], che a seconda dei casi, si dilatano o si contraggono, in un processo che si rigenera ogni volta.

  • La selezione degli artisti.

Tutto inizia dalla selezione degli artisti, dalla scoperta dei talenti. Nel rintracciare il talento non si può utilizzare nessun sistema scientifico, poiché la natura è casuale nel donare intelligenza artistica. Risulta, quindi, necessario un intervento specifico della società per riconoscere e valorizzare i talenti. Questo intervento può essere pubblico o privato, e mira a selezionare gli artisti attraverso scuole e accademie. La selezione da parte di un privato non è altro che quel fenomeno chiamato mecenatismo, che fin dall’antichità vedeva le corti di privati facoltosi divenire le fucine di talenti artistici.

Questa fase di selezione è inserita in un contesto di non mercato. Se alla preferenza dell’ente pubblico o del privato si aggiunge il favore del pubblico, dei consumatori, allora si crea il mercato.

 

  • La creazione come concezione e realizzazione dell’opera.

Cos’è l’opera d’arte in quel momento che precede la realizzazione? Solo un’idea, o come diceva Andrè Gide “l’esagerazione di un’idea”: un atto innovativo, che può essere sia individuale sia collettivo. Concezione e realizzazione costituiscono un unico momento nell’ambito artistico, per il fatto che l’opera d’arte prende forma solo nel momento stesso della realizzazione. Ciò è fondamentale per l’arte: se l’idea non fosse realizzata verrebbe meno la possibilità di rivelarla al pubblico. L’idea necessita di un medium che la fissi[2], che la traduca.

La creazione dell’arte è per lo più un’attività individuale. Oggi, però, si hanno sempre più esempi di vero e proprio lavoro di squadra: si pensi alla musica per film, alle équipes redazionali. Delle volte il lavoro di squadra porta, però, a dei conflitti; un esempio su tutti è il dubbio sulla paternità della colonna sonora del film The pirates of Caraibben, che vede scontrarsi insegnante e allievo, rispettivamente Hans Zimmer e Klaus Badelt. In effetti, la fase della realizzazione richiede (sempre più) un’organizzazione, con delle gerarchie molto rigide: ad esempio la compagnia di teatro, l’orchestra, il museo. Ecco che nascono forme diverse di impresa: da quelle private con fini di lucro, alle cooperative, alle non-profit, agli enti pubblici. È la convenienza economica, o meglio la profittabilità, a far nascere queste differenti forme di impresa.

La produzione artistica può portare ad un’enorme fonte di guadagno, o addirittura a vere e proprie catastrofi finanziarie. Per motivi di evoluzione dei costi, infatti, questa produzione può essere assai poco redditizia se non addirittura deficitaria. Ed è in questo ‘momento’ che si apprende la necessità dell’intervento pubblico. Senza questo aiuto, molte forme d’arte sarebbero, se non scomparse, certo ridotte a poca cosa. Al riguardo si possono determinare due peculiarità, che caratterizzano questo settore: la tendenza elevata alla concentrazione non solo orizzontale, cioè all’interno del settore, ma verticale, fra i settori; l’elevato tasso di natalità e mortalità delle imprese.

 

 

[1] G. Brosio e W. Santagata, Rapporto sull’economia delle arti e dello spettacolo, Edizioni Fondazione    G. Agnelli, Torino, 1992

[2]  Ibidem

Avatar

Marco Mariano

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account