La misteriosa scultura dell’eterno amore nel centro di Lecce

La misteriosa scultura dell’eterno amore nel centro di Lecce

La misteriosa scultura dell’eterno amore nel centro di Lecce

Incastonata nello spigolo della facciata di un antico palazzo del centro storico di Lecce, precisamente tra via Federico d’Aragona e piazzetta Epulione, vi è una misteriosa scultura. Quella scultura, messa lì in quella posizione insolita, ha una sua storia, vera o leggendaria non si sa, quasi del tutto dimenticata, da una popolazione quasi infastidita nel ricordare i fatti dei propri avi

Si dice che in quel palazzo sia vissuto un giovane che s’era innamorato perdutamente, corrisposto, di una fanciulla che abitava nel palazzo quasi di fronte al suo.

Quell’amore platonico, pulito e sincero, fatto di lunghi sguardi alla finestra e sorrisi, andò avanti per un po. Un giorno il padre di lei scoprì la figlia ad amoreggiare dalla finestra proprio con quel ragazzo che non vedeva di buon occhio e, forse, vi erano anche contrasti tra le due famiglie, così decise di far murare la finestra per interrompere quella sincera relazione d’amore.

A nulla valsero le suppliche della fanciulla affinché fosse rimosso quel muro, così, straziata dal dolore maturò in lei l’estremo gesto del suicidio.

Il giovane fu così affranto da quella vicenda tanto che commissionò successivamente quella piccola scultura, incastonata nello spigolo della facciata della sua abitazione, con lo sguardo rivolto a quella finestra rimasta ancora oggi murata, per simboleggiare il suo amore eterno verso la sua amata fanciulla. Questa è la leggenda che si cela dietro quella scultura, una leggenda un po come Giulietta e Romeo con contrasti familiari, una storia d’amore dal mancato dolce finale.

Giancarlo Panico

Giancarlo Panico

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account