Il senso del nostro credere – Il Vangelo di domenica 22 gennaio

di Giuseppe Cionfoli

Mt 4, 12-23Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa: «Terra di Zàbulon e terra di Nèftali, sulla via del mare, oltre il Giordano, Galilea delle genti! Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce, per quelli che abitavano in regione e ombra di morte una luce è sorta».

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».

Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.”

Al contrario di tutti i maestri del suo tempo è Gesù che sceglie i suoi discepoli e li invita a rinnovare la loro vita.

L’Evangelista Matteo riprende ciò che aveva detto Isaia di Gesù: Lui è la nostra luce, la nostra vita.

Gesù chiama ognuno di noi, chiama me, chiama te caro Lettore, a seguirlo per le strade del mondo. Ci fa ascoltare la sua voce in ogni momento della nostra vita. È presente con quel meraviglioso invito nella vita di ognuno, sia esso alto o basso, peccatore e non.

Aspetta da noi una risposta alla sua chiamata di lasciare tutto l’insignificante e caricarci della nostra croce d’ogni giorno.

Un nostro “SÌ” e la felicità invade la nostra anima

Buona domenica, cari Amici.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account