Guerra fredda, il ritorno? Noi lo avevamo detto

Guerra fredda, il ritorno? Noi lo avevamo detto

Guerra fredda, il ritorno? Noi lo avevamo detto

Con Trump non ci si annoia mai. La sua politica eccentrica ogni giorno offre spunti di riflessione sulla natura dell’uomo, ma d’altronde non sta facendo altro che seguire la linea illustrata durante la sua campagna elettorale, la colpa non è la sua, non ha effettuato un colpo di stato. Indipendentemente da interferenze durante le elezioni, la gente che lo acclamava l’abbiamo vista tutti.
Quello che in questi ultimi giorni però “fa notizia” è il nuovo piano nucleare, che incrementa la quantità e le possibilità di utilizzo dell’arsenale americano.

Ovviamente ciò ha fatto discutere, com’è giusto che sia. Numerosi studiosi ospiti di trasmissioni televisive e radiofoniche hanno espresso la loro opinione. Su una cosa sono stati tutti d’accordo: sulla possibilità di vedere questo evento come un passo verso una nuova guerra fredda.

Noi de lapiazzamagazine.com avevamo già intuito il pericolo di una nuova guerra fredda in tempi non sospetti (settembre 2016). Quello che sta succedendo in questi giorni non è altro che la conseguenza dei fatti di quel periodo, solo che all’epoca le frizioni fra USA e Russia non avevano risalto mediatico perché, come si può leggere in quell’articolo (clicca qui) riguardavano l’Africa e quindi “chi se ne importa!”. Ora che il nucleare mette paura, ecco che la nuova guerra fredda sembra preoccupare tutti.

Marco Mariano

leave a comment

Create Account



Log In Your Account