Eritrea e Etopia, un abbraccio di pace

Eritrea e Etopia, un abbraccio di pace

Eritrea e Etopia, un abbraccio di pace

Giornata storica ieri per Etiopia ed Eritrea. I leader dei due Paesi si sono incontrati ed abbracciati; un gesto questo, che segna la fine delle ostilità che duravano dal 1998.

Isaias Afewerki

All’epoca, dopo l’indipendenza ottenuta dall’Eritrea, i due Paesi si scontrarono per la definizione dei confini. Ufficialmente questo conflitto terminò dopo due anni, nel 2000 con l’Accordo di Algeri, con cui si affidava alle Nazioni Unite il compito di definire i confini.

Abiy Ahmed Ali

L’Eritrea-Ethiopia Boundary Commision stabilì nel 2002 che la città di Badammè sarebbe appartenuta all’Eritrea, ma fino ad oggi le truppe etiopi non hanno mai abbandonato l’area. Proprio per questo anche se non ufficialmente, questo è un conflitto che grava sulla popolazione da vent’anni, causando decine di migliaia di morti.

L’abbraccio fra il primo ministro etiope, Abiy Ahmed e il presidente eritreo Isaias Afwerki, è stato il passo fondamentale di un percorso iniziato la scorsa settimana con l’incontro delle delegazioni governative per avviare il processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche.

Per adesso non ci sono incontri Ufficiali fissati per i prossimi giorni, ma quanto accaduto fino ad adesso è sufficiente per sorridere.

Marco Mariano

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account