eDemocracy: forma avanzata di eGovernment

eDemocracy: forma avanzata di eGovernment

eDemocracy: forma avanzata di eGovernment

Per eDemocracy si intende l’utilizzo delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione (d’ora in avanti ICT) finalizzato al miglioramento della partecipazione diretta del cittadino ai processi politici e sociali.

Volendo rifarci ad una definizione condivisa dalla maggior parte degli studiosi, potremmo allora dire che l’eDemocracy è, in senso generale,

una democrazia caratterizzata dall’uso, da parte dei cittadini, degli strumenti ICT per una maggiore responsabilizzazione degli attori pubblici nelle loro azioni.[1]

Così come tanti sono i modelli concettuali di democrazia (autonomo-marxista, contro-pubblica, liberal-individualista, etc) altrettanti sono i modelli di democrazia elettronica; tuttavia, volendo addentrarsi nella definizione pratica di questa materia, è bene soffermarsi sulle varie forme di eDemocracy che innestano quelle della democrazia tradizionale: l’eGovernment, la eDemocracy amministrativa, la eDemocracy consultiva, la eDemocracy partecipativa, la eDemocracy deliberativa.

Dell’eGovernment, avevamo già detto nel precedente articolo[2]; esso è un presupposto dell’eDemocracy, in quanto il processo di informatizzazione della pubblica amministrazione rende rapidi ed efficienti i servizi per i cittadini, attivando modalità di trasparenza informativa, base fondamentale dei più complessi processi di eDemocracy.

La eDemocracy amministrativa ha nella trasparenza il suo principio chiave. Questa trasparenza si manifesta in varie possibilità che il cittadino ha nei confronti di chi esercita il potere, come ad esempio l’accesso alle informazioni o la verifica delle procedure e delle deliberazioni amministrative.

La eDemocracy consultiva si basa sulla stimolazione del cittadino ai fini consultivi riguardo determinate questioni. Tuttavia, con tale forma, i cittadini non esercitano un reale potere decisionale ma soltanto un ruolo appunto consultivo.

La eDemocracy partecipativa, intesa come forma di potere esercitato mediante l’interazione dell’uomo con le ICT, ha anch’essa lo scopo di ampliare il coinvolgimento dei cittadini e, sebbene talvolta utilizzi il voto elettronico (anche di questo abbiamo già parlato[3]), si risolve in una forma sperimentale d’integrazione delle modalità tradizionali di voto.

Infine, l’eDemocracy deliberativa è la forma più avanzata, poiché coinvolge il cittadino anche nei processi decisionali.

 

[1] Cfr. L. De Pietro, Dieci lezioni per capire e attuare l’eGovernment, Marsilio, Padova, 2011.

[2] http://www.lapiazzamagazine.com/che-cose-legorvenment/

[2] http://www.lapiazzamagazine.com/votare-e-ora-di-cambiare/

Avatar

Marco Mariano

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account