Diario di un Runner – di Mirko Previtero

Diario di un Runner – di Mirko Previtero

Diario di un Runner – di Mirko Previtero

“Ho sempre amato correre, è qualcosa che puoi fare da solo, unicamente grazie alla tua volontà. Puoi andare in qualsiasi direzione, correre lento o veloce, o contro vento se ne hai voglia, scoprire nuovi luoghi usando solo la forza dei tuoi piedi ed il coraggio dei tuoi polmoni!” (Jesse Owens)

Una domanda che spesso mi sento rivolgere da persone che non corrono è: “PERCHE’CORRI?”. Una domanda che ogni runner ha ricevuto da un “non runner”, ma anche una domanda che un runner ha fatto più volte a sé stesso, magari durante gli allenamenti o delle gare complicate. Una domanda che spesso pone una distanza tra chi corre e chi no. Sarebbe facile dire che chi non corre non può capire: ciò farebbe assumere un ‘atteggiamento di superiorità’ al runner e che troverebbe facilmente applausi tra chi corre. In realtà, a volte, la domanda è sbagliata per diversi motivi: il primo è che si presuppone un’‘ipotesi di pazzia’ del runner: “tie si pacciu!” …. “ma nu stai bbonu!” è quello che mi sento dire molto spesso; il secondo è che non puoi chiedere ad un innamorato perchè lo sia. Al massimo, puoi chiedere ad un innamorato come è iniziato un amore. Le risposte giuste alla domanda: ‘Perché corri?’ sono tantissime, ognuno ha i suoi motivi. Quello che può accadere, però, è che un runner non dia la risposta reale, neanche a sè stesso, perché non è facile trovare le reali motivazioni che ci fanno muovere o confessarle, non perché ci sia qualcosa di male, ma perché mettersi a nudo non è facile.

Il mio obiettivo, come l’obiettivo di tanti altri che hanno la mia stessa passione, è godermi la corsa, divertirmi, star bene con me stesso. La corsa, oltre a farti star bene se praticata nel modo giusto, è un mezzo di comunicazione, è un modo per parlare, per raccontarsi, per tracciare le proprie esperienze che magari non cambieranno la storia agli altri, ma la nostra si.

La corsa poi dà un senso di appartenenza: non è un caso che ci salutiamo (e acceleriamo) senza conoscerci quando ci incrociamo mentre corriamo. La corsa è rispetto, è aiutarsi, sostenersi, affermarsi, dire chi siamo. Il sacrificio, l’allenamento quotidiano sono la strada per raggiungere gli obiettivi che ci prefissiamo, senza usare scorciatoie: ciò forgia l’animo di chi macina km ogni settimana! A volte veniamo presi in giro perché abbiamo comportamenti semiprofessionistici (abbiamo il nostro coach, il nostro fisioterapista di fiducia, curiamo l’alimentazione come se fossimo alle olimpiadi, etc…) ma è solo un modo per coccolarci, per premiarci, un modo di volerci bene ed amarci. Quindi amici che ancora vi chiedete: ‘PERCHE’ CORRIAMO?’, mettete le scarpette ai piedi e venite a fare qualche km con me, poi mi saprete dire. Intanto vi propongo 8 buoni motivi per iniziare a correre………buona strada a tutti!

Mirko Previtero

8 MOTIVI PER INIZIARE A CORRERE

1° motivo: CORRERE FA BENE ALLA SALUTE FISICA La sedentarietà è dannosa per la salute; correre fa bene all’apparato cardiocircolatorio, ai muscoli e, in generale, a tutto il corpo.

2° motivo: CORRERE VI FA SENTIRE FORTI Riuscire a portare a termine un percorso di 2km, 10 km o 40 km, vi farà realizzare che siete molto più in gamba di quanto voi pensiate; questo aspetto riguarderà man mano anche altri aspetti della vostra vita: troverete energie e risorse che voi non pensavate di avere.

3° motivo: CORRERE FA BENE ALLA SALUTE MENTALE Star bene dentro fa star bene fuori e viceversa; correre fa scaricare ansia e stress, è un toccasana per il nostro benessere psicofisico, fa crescere la nostra autostima.

4° motivo: INIZIARE PIANO Il bello della corsa è che all’inizio ognuno la può calibrare come vuole, cioè si possono seguire delle tabelle o procedere a sensazione, in base a come risponde il proprio corpo.

5° motivo: CORRERE E’ PER TUTTE L’ETA’ Si può correre a tutte le età: la cosa importante è programmare le proprie uscite tenendo conto delle proprie condizioni; ovviamente un sessantenne non deve e non può correre come un ventenne ma può ottenere dei risultati inaspettati.

6° motivo: CORRERE E’ UN MOMENTO TUTTO NOSTRO Si può correre in gruppo, in coppia, da soli: in ogni caso, nel momento in cui indossiamo le nostre scarpette da running e iniziamo a correre, entriamo in un momento tutto nostro. Prendersi dei momenti per sè stessi è un ottimo rimedio per tutti i mali. Stacchiamo la spina dal lavoro, dalla famiglia, dai figli, dagli impegni per poi tornare ricaricati e pieni di energia.

7° motivo: CORRERE NUTRE IL BUON UMORE Sfido chiunque a trovare un runner appassionato che sia di cattivo umore: per carità, la giornata storta capita a chiunque, anche ai runners; ma chi si appassiona ad uno sport come la corsa stempera e scarica l’energia negativa accumulata correndo e non lascia spazio al cattivo umore!

8° motivo: CORRERE E’ LIBERTA’ Puoi andare dove vuoi, quando vuoi, pensare a ciò che vuoi, riflettere, decidere, ammirare il paesaggio che ti circonda ….. se non è libertà questa!!!!!

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account