Diamo un calcio alla guerra

Nel nostro vecchio continente il calcio evolve sempre più verso la speculazione economica e il commercio, perdendo di fatto ogni valore sportivo. Nonostante ciò non bisogna perdere di vista il valore che il calcio e tutto lo sport in generale ha e può avere. Questa potenzialità è ben nota alle federazioni e a quanti si occupano di sport a livello internazionale, così da promuovere la realizzazione di impianti e di eventi sportivi nei Paesi sottosviluppati, dove le popolazione vive gli orrori della guerra civile ormai da troppo tempo.

Il Wabari in festa

Tutto ciò inizia a dare dei frutti e di ciò ne è esempio la finale di Baanadir Cup in Somalia. La partita è stata la vittoria dello Sport, poco importa che il Waberi abbia vinto per 3 a 1 contro l’Hodan. Già due anni prima con la prima partita di calcio trasmessa in diretta si era potuto vedere come lo sport era riuscito ad aggregare la popolazione per le strade. Per novanta minuti non è esistito altro, tra un fischio e l’altro la Somalia è stata Nazione. Infatti ciò che colpisce e che fa riflettere è questa capacità in relazione al contesto. In un territorio che subisce pesantemente le azioni del gruppo terroristico di al-Shabaab e che è segnato profondamente dalla guerra civile da ormai più di 25 anni, una serata di sport e di pace è una vittoria importante quanto un’olimpiade.

“Nel calcio le emozioni volano alto. Oltre a tutto quanto può offrire, come spettacolo ottico ed estetico, questo sport ha una funzione collaterale. Il calcio è anche una valvola di sfogo: gli istinti aggressivi che la società non sfoga altrove vengono scaricati con le partite” a dirlo, più di dieci anni fa, è stato il premio Nobel per la letteratura, Gunter Grass. Egli specifica che potrebbe anche istigare gli istinti aggressivi, che è un po’ quanto ha vissuto più volte l’occidente calcistico, ma per il momento non è un problema, perché lo sport è ancora un evento occasione, una parentesi di pace in una pagina che racconta una guerra troppo lunga.

Marco Mariano

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account