Dal naso alla coda: arriva il cucciolo, i consigli dell’esperta

Di Roberta Peschiulli – Medico Veterinario

Chiunque conosca i cani, sa che sono delle creature straordinarie. Noi esseri umani siamo attratti dalla loro sorprendente capacità di amare incondizionatamente, dal loro istinto di proteggerci e dal loro desiderio di essere il compagno più fedele. Spesso sono loro i nostri migliori amici.

Quando si incontrerà il proprio cucciolo questo dovrà avere almeno 8 settimane di vita, e con l’aiuto della sua mamma avrà già compiuto alcuni passi importanti per diventare un cane socievole ed equilibrato. È un grosso errore adottare un cucciolo prima che abbia compiuto i due mesi, l’allontanamento troppo precoce dalla madre infatti, impedisce che questa possa educarlo nel modo corretto. Molti dei problemi comportamentali dei cani adulti sono attribuibili ad uno svezzamento precoce in cui sono mancati i primi fondamenti di socializzazione canina.

Ovviamente il discorso cambia se si adotta un trovatello, in questo caso sarà fondamentale l’educazione impartita dal proprietario, meglio se coadiuvato da un esperto.

cucciolo-cane1La scelta di un cane è un atto di forte portata emotiva, tuttavia bisogna scegliere con la testa e un po’ meno con il cuore: maschio o femmina, temperamento e carattere, grande taglia o piccola taglia, quale razza?

È importante che il cucciolo da scegliere sia adatto alla persona, al suo stile di vita e agli spazi di cui dispone.

 Adesso ci siamo il nostro puppy sta per arrivare, come prepararsi?

Prima di portare il cucciolo a casa per la prima volta, è importante preparare un ambiente adatto e sicuro perché si possa abituare alla sua nuova vita.

 Il viaggio verso casa è un’esperienza stressante per il cucciolo che sta abbandonando la madre e fratellini e che probabilmente non è mai stato su una macchina prima d’ora.

Allora un piccolo trucchetto è quello di strofinare un telo sulla mamma e gli altri cuccioli per portare a casa un po’ del loro odore.

È bene considerare l’acquisto di un trasportino da viaggio che sia adatto alle dimensioni del cane anche quando sarà adulto, e che diventerà per lui un ambiente di viaggio sicuro di riferimento adesso ed in futuro. Prima di partire può essere d’aiuto passare un po’ di tempo in auto con lui perché si abitui al nuovo ambiente, lodarlo e premiarlo per la sua pazienza. Per evitare spiacevoli inconvenienti sarà bene lasciare il cane a digiuno se dovrà affrontare un viaggio lungo, e durante il tragitto sarà necessario fermarsi ogni tanto per farlo bere e sgambettare” un po’.

Ora siamo a casa! Il cucciolo come i bambini è curioso per natura, bisogna proteggerlo garantendo che oggetti inappropriati o dannosi siano lontani dalla sua portata, bisognerà quindi fare attenzione a sostanze chimiche e detergenti, piante pericolose (cycas, oleandro, edera, azalea …) giocattoli dei bambini, cavi elettrici etc.……

È importante scegliere il luogo in cui il cane dormirà, dovrà essere un po’ appartato ma non troppo, così che possa partecipare alla vita famigliare e si senta al sicuro, protetto da correnti d’aria. Nella sua cuccia nessuno dovrà disturbarlo, sarà il luogo in cui scaricherà lo stress!

golden_retriever_cuccioloLa cuccia non dovrà stare vicino a fonti di calore in inverno o di raffrescamento in estate, gli sbalzi di temperatura sono dannosi anche per gli animali.

Per diventare un bellissimo cane, il cucciolo ha bisogno di un’alimentazione adeguata, come quella per i bambini gli alimenti di qualità per cuccioli offrono un nutrimento bilanciato e completo contenente tutti i minerali e le vitamine di cui hanno bisogno. A differenza dei bambini però, i cuccioli sono di taglie diverse e crescono a ritmi variabili per cui sarà importante scegliere l’alimento giusto. L’alimentazione controllata di un cucciolo di taglia grande o gigante infatti, contenente quantità ridotte di energia e calcio rispetto a quella per cuccioli di taglia piccola, aiuta a controllare la crescita e a evitare problemi alle ossa o di sovrappeso. I pasti quotidiani devono essere 3 fino ai 6 mesi, dopo si ridurranno a due al giorno per sempre. È un grosso errore dare al cane un solo pasto giornaliero, soprattutto per i soggetti di grossa taglia che hanno una maggiore predisposizione alla torsione di stomaco.

Non bisogna cambiare l’alimento del cucciolo nei primi giorni del suo arrivo, una drastica variazione della dieta infatti potrebbe causare disturbi digestivi importanti come vomito e diarrea.

Se successivamente si vuole cambiare l’alimento bisognerà passare gradualmente da quello vecchio al nuovo introducendo quantità crescenti del nuovo in una settima circa.

Mai far mancare al nostro cane acqua fresca e pulita!

A questo punto manca solo il nome al piccolo pet, meglio un nome corto con due sillabe che non si confonda con i comandi monosillabi come “no” o “giù”, tutti i componenti della famiglia devono usare lo stesso nome, evitando nomignoli che possono confonderlo.

Al nostro amico ora non manca proprio nulla se non le cure amorevoli del proprietario e quelle del veterinario di fiducia.

Avatar

Redazione

comments
  • Avatar

    Perfetta analisi e descrizione di un gesto troppo bello e importante :prendersi cura di cane

  • leave a comment

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Create Account



    Log In Your Account