Camerun: mettete a posto la lingua

Da novembre 2016 in Camerun, senza che nessuno (o quasi) lo sappia, si susseguono scontri tra le popolazioni delle regioni dell’ovest e l’esercito. La questione che porta a questi conflitti è la lingua. Com’è noto il Camerun è uno stato francofono, con un’area molto estesa anglofona, quella appunto occidentale. Sono proprio gli abitanti di quest’area,
Complete Reading

Quando si parla di conflitti armati e atrocità sui bambini non si deve solo pensare al fenomeno dei “bambini soldato”. Prendiamo in considerazione l’ultimo rapporto Onu sulla situazione in Sud Sudan nel periodo ottobre 2014-settembre 2018. Questo rapporto, presentato da Virginia Gamba, speciale rappresentante dell’Onu per i bambini nei conflitti armati, evidenzia le innumerevoli violenze perpetrate nei
Complete Reading

Durante l’ultima seduta del parlamento sudanese si è discusso, fra le altre cose, della questione dei diritti dei bambini. Di certo non poteva non essere discussa l’età minima per il matrimonio, che in Sudan è ancora di 10 anni. Addirittura inferiore se si ottiene l’autorizzazione del giudice. I matrimoni precoci costituiscono in Sudan il 37%
Complete Reading

In una società sempre più globalizzata, in cui la conoscenza delle lingue è vitale, risultano sempre più obsoleti i programmi ministeriali di insegnamento delle stesse. Pensiamo a quante ore si impiegano per la letteratura inglese a scapito della lingua reale, di ciò che veramente servirebbe appena fuori dalla porta di casa. Difficile immaginare l’utilità di
Complete Reading

Giornata storica ieri per Etiopia ed Eritrea. I leader dei due Paesi si sono incontrati ed abbracciati; un gesto questo, che segna la fine delle ostilità che duravano dal 1998. All’epoca, dopo l’indipendenza ottenuta dall’Eritrea, i due Paesi si scontrarono per la definizione dei confini. Ufficialmente questo conflitto terminò dopo due anni, nel 2000 con
Complete Reading

Oggi purtroppo siamo costretti a parlare di due argomenti ampiamente trattati in passato, questa volta insieme: maltrattamento ambientale e Africa. La Repubblica Democratica del Congo ha approvato l’esplorazione petrolifera di due, che sono entrambi patrimonio dell’Unesco. I due parchi sono il Salonga e il Vilunga, la più antica riserva naturale del continente. La più antica
Complete Reading

Dopo un periodo di pausa riprendiamo questa rubrica. Visti gli ultimi accadimenti non possiamo che parlare del Mali. Poche ore fa nel centro del Mali sono state uccise, secondo le fonti locali, non meno di 36 persone, tutte di etnia Fulani. I Fulani sono un’etnia nomade di pastori e commercianti; la loro origine sembra risalire
Complete Reading

Al di là di ciò per cui litigano i bambini della sezione 1ª UE, non bisogna dimenticare ciò che accade quotidianamente sulle sponde opposte alle nostre del mare nostrum. Proprio ieri l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) ha annunciato la morte per annegamento di 220 migranti e rifugiati al largo delle coste
Complete Reading

La televisione in Italia iniziò nel 1954 ad opera della RAI, in regime di monopolio pubblico e sotto controllo governativo. Era un’offerta televisiva limitata su un solo canale, disponibile in alcune ore soltanto della giornata, per non ostacolare il lavoro, lo studio ed il riposo. Il decollo della TV italiana avvenne tra il 1956 ed
Complete Reading

Si vuole partire con la definizione di servizio di media audiovisivo fornita dalla direttiva 2010/13/UE, che dichiara: “la definizione di servizi di media audiovisivi dovrebbe comprendere i mezzi di comunicazione di massa in quanto mezzi d’informazione, d’intrattenimento e di istruzione destinati al grande pubblico e includere le comunicazioni audiovisive commerciali, ma dovrebbe escludere ogni forma
Complete Reading

Create Account



Log In Your Account