I sistemi produttivi locali: aperti o chiusi

Riprendiamo il nostro percorso attraverso la classificazione dei sistemi produttivi locali. Molto importante è capire se una realtà è aperta o chiusa. Cosa significa dal punto di vista del mercato? Aperta è quella realtà che intrattiene rapporti di scambio con sistemi di altri contenti territoriali. Questi rapporti possono riguardare sia transazioni sia collaborazioni. È molto
Complete Reading

Grazie Ministro! Per cosa? Grazie per l’orgoglio che ha dimostrato ieri durante la presentazione al Quirinale delle candidature del David di Donatello: l’orgoglio di essere il Ministro dei Beni Culturali in Italia, l’orgoglio di essere Italiano. Quello che del suo discorso ha catturato la mia attenzione non sono state le cifre di quello che hanno
Complete Reading

In un determinato spazio geografico le attività produttive che risultano organizzate spazialmente e che interagiscono fra loro in modo organizzato, possono essere definite sistemi territoriali. Per poter differenziare la molteplicità dei sistemi esistenti, oltre a guardare alla struttura produttiva, bisogna analizzare le relazioni che queste realtà creano. Esistono due tipologie di relazioni che le unità produttive
Complete Reading

L’ennesimo conflitto nell’area avvenne a 9 anni di distanza dal’ultimo (Yom Kippur 1973[1]). Israele e Siria si contendevano sempre la parte orientale dell’area arrivando ancora allo scontro, innescato questa volta da 5 eventi. Innanzitutto nel Libano, già dal 1975, era in corso una guerra civile. Come solito nei conflitti interni, la situazione era molto instabile,
Complete Reading

Nel nostro vecchio continente il calcio evolve sempre più verso la speculazione economica e il commercio, perdendo di fatto ogni valore sportivo. Nonostante ciò non bisogna perdere di vista il valore che il calcio e tutto lo sport in generale ha e può avere. Questa potenzialità è ben nota alle federazioni e a quanti si
Complete Reading

Dopo la pausa estiva riprendiamo con il nostro percorso attraverso il conflitto arabo-israeliano. Solo 6 anni più tardi dall’ultimo scontro analizzato[1] le popolazioni arabe e quelle israeliane furono protagoniste di una nuova guerra. Con la sconfitta del 1967 gli arabi abbandonarono l’idea di unità a favore di politiche locali; cadde così il panarabismo (movimento che portava
Complete Reading

Fin dalle prime lezioni di geografia ci insegnano che 2/3 della superficie terrestre sono ricoperti d’acqua. Ciò è chiaramente visibile da qualsiasi immagine che ritrae il nostro pianeta. Quello su cui, però, poco ci si sofferma è che di tutta quest’acqua sol il 3% è dolce e di questa solo 1/3 può essere utilizzata dall’uomo.
Complete Reading

Il 1967 vide l’ennesimo scontro nell’area medio orientale. Il 23 febbraio 1966 in Siria presero il potere i militanti Baathisti (da Baath, partito socialista panarabo), che strinsero un patto di mutua alleanza con l’Egitto alla luce della loro politica antiisraeliana. Israele, che nel frattempo portava avanti un conflitto a bassa intensità con i Palestinesi in
Complete Reading

Tra la vittoria di Israele del 1948 e la crisi di Suez del 1956 il medio oriente ha vissuto un periodo di assestamento (ovviamente non pacifico) in cui sia Israele sia gli Stati arabi puntavano al consolidamento dello Stato e della Nazione. Nell’analizzare gli avvenimenti del 1956 è necessario soffermarsi su quanto accadde in Egitto.
Complete Reading

Dopo aver parlato dei sistemi elettorali proporzionali, affrontiamo l’analisi di quelli maggioritari. Di questi ne esistono principalmente due varianti che sono: il maggioritario puro, quindi a turno unico, e il maggioritario a doppio turno. Senza continuare a parlarne teoricamente, vediamo alla Gran Bretagna e alla Francia che adottano questi sistemi. In Gran Bretagna il sistema
Complete Reading

Create Account



Log In Your Account