Il Fus, Fondo Unico per lo Spettacolo

Il Fondo Unico per lo Spettacolo è il meccanismo utilizzato dal Governo italiano per regolare l’intervento pubblico nei settori del mondo dello spettacolo. È stato istituito con la legge 163/1985 per fornire sostegno finanziario ad enti, istituzioni, associazioni, organismi e imprese operanti in cinema, musica, danza, teatro, circo e spettacolo viaggiante, nonché per la promozione
Complete Reading

La quarta fase è quella del consumo. Per attivarlo bisogna che si combinino al meglio due elementi: i beni artistici e il tempo del consumatore. Ascoltare oggi la Tosca di Puccini richiede lo stesso tempo di quando è stata creata. Cosa cambia però? Il continuo aumentare del costo del tempo. Di pari passo alla crescita
Complete Reading

Dopo la creazione, il prodotto ha necessità di essere distribuito e, a seconda delle sue caratteristiche, essere messo a disposizione degli altri. Vi possono essere anche più di un modo di distribuzione per lo stesso bene. Una commedia è distribuita attraverso una rappresentazione teatrale, un monumento attraverso la sua esposizione al pubblico (e in questo
Complete Reading

La musica è una manifestazione sociale e, come tale, si può analizzare il suo lato economico. Infatti, anche nelle azioni dei musicisti (o degli artisti in generale) e di tutti coloro i quali partecipano alla creazione del prodotto artistico, sono presenti elementi di calcolo economico. Questi elementi non sono casuali, hanno una loro ciclicità e
Complete Reading

Come detto, il marketing applicato alla cultura si è appropriato di sue specifiche strategie e politiche, congeniali per le caratteristiche che la diversità del contesto impone. Esso ha un proprio campo di applicazione, essendo in presenza di prodotti, servizi, eventi che richiedono un’attuazione delle tecniche non generalizzata, bensì mirata. È da tenere presente che il
Complete Reading

Le definizioni generali di marketing, nonostante vadano bene per quasi tutti, non tengono conto della diversità di alcuni settori specifici, come è quello della musica e dell’arte in generale. Questo perché non si può pensare che con il marketing strategico si possa suggerire ad un compositore come scrivere pagine di musica che colmino i bisogni del
Complete Reading

Il marketing culturale non è altro che l’applicazione dei principi di marketing all’ambito culturale per farlo rendere al meglio, rispettandone comunque le peculiarità. In un Paese come il nostro, che potrebbe (dovrebbe?!) vivere di cultura, fa specie la carenza di studi sul marketing culturale. Prima di affrontare questo argomento vediamo cosa c’è dietro la parola marketing,
Complete Reading

Fin dalle prime lezioni di geografia ci insegnano che 2/3 della superficie terrestre sono ricoperti d’acqua. Ciò è chiaramente visibile da qualsiasi immagine che ritrae il nostro pianeta. Quello su cui, però, poco ci si sofferma è che di tutta quest’acqua sol il 3% è dolce e di questa solo 1/3 può essere utilizzata dall’uomo.
Complete Reading

La lirica costituisce la manifestazione più evidente[1] della sindrome di Baumol: poiché gli incrementi di produttività sono impossibili e l’attività si compone quasi esclusivamente di lavoro, i costi relativi aumentano in progressione inarrestabile. Senza il sostegno pubblico l’attività lirica subirebbe un drastico ridimensionamento. Del resto non vi è paese ricco dell’occidente che non sostenga attivamente
Complete Reading

Nel 1966, William Baumol e William G. Bowen pubblicarono Performing Arts: The Economic Dilemma. Questo lavoro è generalmente riconosciuto come la prima analisi dell’arte dal punto di vista economico. La legge o sindrome di Baumol[1] indica una tendenza incomprimibile all’aumento dei costi relativi nei settori nei quali non vi è possibilità di modificare la tecnologia
Complete Reading

Create Account



Log In Your Account