La figura di Re Artù nel mosaico pavimentale della cattedrale di Otranto

di Giovanni Bellisario L’arte romanica in Puglia, ed in particolare nel Salento, fu influenzata da presenze diverse, che si sovrapposero nel corso del tempo: Longobardi, Bizantini, Normanni. Nel Basso Salento l’influenza bizantina, specie nell’arte pittorica e musiva fu prevalente.  La cattedrale di Otranto ne è un esempio. Il suo mosaico pavimentale è una sintesi indiscutibile
Complete Reading

di Rossella Federico “Taviano ha tutta l’aria di un paese nuovo, e produce una bella impressione a chi vi entra giungendovi da Racale o da Gallipoli”.  Così si esprimeva Cosimo De Giorgi, che, con occhio indagatore dello storico e dello scienziato otto-novecentesco, ci restituisce l’idea di bellezza del paesaggio vallivo e urbano di Taviano, un
Complete Reading

di Vito Bergamo * È risaputo che la patata dolce è stata portata in Europa da Cristoforo Colombo. Ma la grande e saporita patata americana ebbe poca considerazione da parte dei contadini di allora, forse a causa delle continue guerre che devastavano l’intera Europa, o forse a causa della non conoscenza della tecnica della coltivazione.
Complete Reading

di Fernando Scozzi  L’aggregazione di Melissano al Comune di Taviano, disposta in virtù del decreto reale 4 maggio 1811, n. 922, sancì un’unione che durava dal 1618 quando Iacopo De Franchis, marchese di Taviano, acquistò anche il feudo melissanese legando, per molti aspetti, le vicende delle due comunità. Ma, in genere, fra i Comuni capoluogo
Complete Reading

di Cosimo Scarcella Il Servo di Dio don Quintino Sicuro nasce a Melissano nel maggio 1920. La durata della sua vita è di soli 48 anni; muore, infatti, d’infarto cardiaco nel dicembre del 1968 in cima al monte Fumaiolo, mentre si reca a benedire alcuni nuovi impianti sportivi. Nel 1985 si apre a Sarsina (Forlì-Cesena)
Complete Reading

a cura di Vittorio Zacchino Scarrozzando per la sua contea, il conte di Malecore si accorse che i suoi sudditi più anziani, ormai inetti al lavoro, se ne stavano a oziare al sole o sugli usci delle case; prammatico come era, intuì che le casse pubbliche non potevano mantenere tutti i nullafacenti di Malecore che
Complete Reading

di Sofia Ungaro Attraverso la lettura del carteggio esistente nell’archivio della città di Taviano si rileva un aspetto piuttosto travagliato riguardante il funzionamento della confraternita dell’Immacolata nel corso del 1898. La corrispondenza avviene quasi esclusivamente tra il sindaco di Taviano e la Regia sottoprefettura di Gallipoli. Secondo quanto si afferma in una lettera riservata inviata
Complete Reading

Create Account



Log In Your Account