A Calimera si festeggia San Brizio il 28 e 29 luglio

di Paolo Renna

L’arrivo della stagione estiva, rappresenta per il Salento, uno dei momenti più importanti sotto l’aspetto folkloristico e culturale. Sono davvero tante le sagre e le feste patronali che ogni sera colorano e riscaldano le diverse piazze e le viuzze pittoresche dei tanti centri salentini.

Anche a Calimera, ameno centro dell’isola linguistica della Grecìa Salentina, la bella stagione, propone uno degli appuntamenti clou della vita sociale del comune griko: la festa del Patrono San Brizio.
Sebbene buona parte dei comuni salentini abbia deciso di affidarsi alla protezione di grandi santi come Antonio di Padova, Nicola, Giorgio, Calimera ha sempre vissuto con particolare orgoglio, l’essersi affidata alla protezione di un santo così poco conosciuto.

Ebbene sì, in pochi infatti sanno che San Brizio Vescovo fu allievo e successore sulla cattedra vescovile del più celebre Martino di Tours. il Santo diventato famoso per via del miracolo del mantello.
L’epopea di Brizio infatti è strettamente legata alla figura di Martino, il quale crebbe Brizio nel suo monastero, sebbene avesse sovente, un carattere difficile e volubile. Martino tuttavia intuì da subito le virtù di Brizio e con paterno amore, lo educò, facendolo ascendere, una volta morto, agli onori degli altari.

Già dai primi giorni di Luglio, la centralissima piazza e le vie adiacenti, si vestono delle sfarzose luminarie, magistralmente approntate dalle migliori ditte salentine. Nel centro della piazza poi, fa bella mostra la magnifica Cassarmonica, sulla quale, le migliori bande da giro, diffondono nei giorni della festa le più celebri arie liriche e sinfoniche del repertorio musicale italiano e non. Non bisogna dimenticare che all’aspetto più profano caratterizzato dai tanti e tanti momenti di svago e divertimento, si affianca ad un minuzioso calendario di manifestazioni religiose che principiano con il solenne settenario e vedono il loro culmine con la solenne processione cittadina la sera del 28, quando l’intera cittadina si ferma per partecipare a questo sacro rito, senza ombra di dubbio il più partecipato dell’anno. Quest’anno inoltre, i festeggiamenti si arricchiranno di un qualcosa in più: nella corte attigua al cinema Elio, lungo il circuito della festa, avrà luogo nei giorni 28 e 29 luglio, un’interessantissima mostra fotografica sul Santo e sulla devozione calimerese. Il tutto nasce dalla cooperazione e sinergia di alcuni fotografi e cultori di tradizioni locali,  i quali sotto l’egida del Comitato Feste Patronali hanno approntato il tutto. A tutti i visitatori, verrà proposta infatti, una serie di scatti, buona parte d’epoca della festa e della sua evoluzione nel corso degli anni, dalle prime e semplici luminarie dei primi decenni del secolo scorso agli elaborati frontoni luminosi dei giorni nostri.

Le bellissime ed uniche foto del Antonio Tommasi , arricchite dagli scatti di Brizio Tommasi, dal repertorio fotografico di Brizino Tommasi, Silvano Palamà del centro culturale Ghetonia, Paolo Renna, la preziosa collaborazione ed esperienza di Alfonso Zuccalà e Nico Palma ed un’interessantissima ricerca iconografica sul culto di San Brizio in Europa di Marcello Abramo Lefons; un secolo di amore verso il patrono dalla prime macchine fotografiche all’uso del Pc: cento anni di devozione. Infine ci sarà spazio per ricordare il gemellaggio avvenuto il 29 luglio del 2010 fra le comunità parrocchiali di Taviano e quella appunto di Calimera. Taviano invero è posta sotto la protezione di San Martino, figura chiave della santità di Brizio, come spiegato prima.

Insomma non ci resta che augurarvi una buona festa ed invitarvi nel piccolo comune griko nei giorni 28-29 e 30 luglio, occasione utile per visitare i diversi monumenti che la cittadina offre, i due musei e prendere parte alle manifestazioni civili e religiose, magistralmente approntate dalla parrocchia e dall’alacre comitato feste patronali.

Avatar

Redazione

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account