Buon viaggio…

Nel vasto scenario della stampa salentina il ruolo che ricopre “La Piazza” sembra un po’ quello di una voce fuori dal coro. Mentre ogni testata giornalistica che nasce in un tessuto sociale municipalistico si prefigge di ricoprire il ruolo di strumento di informazione locale, strettamente legato perciò ai fatti di cronaca ed alle vicende politiche del campanile, “La Piazza” si caratterizza per il taglio storico-culturale che ha assunto sin dalla sua nascita e punta più a far conoscere il passato della comunità tavianese che ad interpretarne il presente. La scoperta e l’analisi di personaggi locali che hanno lasciato il segno nel mondo della cultura, dell’arte e della politica scaturisce dal bisogno di conoscere la propria storia, il vissuto della comunità tavianese e l’identità stessa di questa comunità; un passato, ad onor del vero, molto più ricco di quello di tantissimi comuni salentini. Ma il bisogno di conoscere ed approfondire il proprio passato non nasce solo da un interesse strettamente culturale, ma serve per poter meglio capire quale può essere il futuro di questa città. Una città che ha espresso menti pensanti di grande spessore, politici esemplari a tutti i livelli e contadini-agricoltori all’avanguardia, che hanno rappresentato e ancora oggi rappresentano un motivo d’orgoglio per l’intero Salento. Preservare la memoria del passato, attraverso questo giornale ed attraverso le numerose iniziative dell’Associazione che lo edita e che porta lo stesso nome, è un impegno che ho accettato di buon grado per diversi motivi:

  • perché le sfide mi appassionano e mi piace mettermi in discussione;
  • perché a chiedermi di assumere la direzione del giornale è stato Antonio Pasca, persona che apprezzo e stimo;
  • perché Taviano è un paese che porto nel cuore, per il suo glorioso passato, per la laboriosità dei suoi abitanti, perché è a Taviano che ho vissuto la mia prima esperienza di giornalismo televisivo. Tre motivi sufficienti per rimboccarsi le maniche ed iniziare un nuovo percorso editoriale in buona compagnia. Buon viaggio a tutti.

Giancarlo Colella

leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Create Account



Log In Your Account